SPEDIZIONE GRATUITA SOTTO I 300KG


RESO SICURO

Robot pulitori piscine: i migliori modelli in commercio


Se sei finito a curiosare in questa pagina dedicata ai robot per piscina, un buon motivo ci sarà. Sei stanco di pulire la piscina manualmente e non ne hai tutti i torti. Spazzole, spazzoloni, spugne, prodotti e così tempo prezioso vola via. Meno male, però, che in nostro soccorso arrivano i robot per piscina, studiati proprio per risparmiare in termini di tempo e fatica, ma anche di costi. Si tratta, infatti, di pulitori semiautomatici che sfruttano tutte le ultime tecnologie del settore per diventare dei validi aiutanti per la cura della nostra vasca. L’obiettivo? Spazzolare, aspirare e filtrare al meglio, garantendo prestazioni di pulizia e igiene altrimenti difficili e faticosi da ottenere. Scopriamo insieme tutte le caratteristiche e il funzionamento dei robot per piscina.

Astralpool Reaction robot per piscina

Astralpool Reaction robot per piscina

Il robot per piscine fuori terra di piccole dimensioni..

449,00€
Copertura robot Dolphin

Copertura robot Dolphin

Copertura per proteggere il tuo robot dalle intemperie e dai raggi solari..

79,00€
Serie Run

Serie Run

Robot economico per piscina fuori terra o interrate..

Da 728,00€
Master M5 Liberty

Master M5 Liberty

Il primo robot senza filo a batterie al mondo..

Da 2.377,00€
Serie H

Serie H

Il robot top di gamma Astralpool, scegli il meglio!..

Per acquistare il prodotto e visualizzare il prezzo, si prega di registrarsi sul sito.

Robot piscina serie Net by Astralpool

Robot piscina serie Net by Astralpool

Robot di ultima generazione con filtraggio a cartuccia..

Invece di 879,00€
Da 710,00€
Pulit Advance Robot Astralpool

Pulit Advance Robot Astralpool

Macchina perfetta per piscine interrate di medie dimensioni..

Da 988,00€
R 3 4WD Robot Astralpool

R 3 4WD Robot Astralpool

Il robot con le ruote al posto dei cingoli e spazzola per il fondo..

849,00€
Dolphin Supreme M5 Bio

Dolphin Supreme M5 Bio

Il robot per bio piscine e fontane o laghetti..

2.724,00€
Dolphin 2X2 Pro Gyro

Dolphin 2X2 Pro Gyro

Robot per piscine pubbliche di grandi dimensioni..

Da 5.900,00€
Serie Master

Serie Master

Il giusto compromesso tra qualità e prezzo..

Invece di 1.000,00€
Da 900,00€
Dolphin W20

Dolphin W20

Ideale per fontane o specchi d'acqua molto bassi..

1.600,00€
Sonic AstralPool Robot piscina

Sonic AstralPool Robot piscina

Serie economica con sacchetto pulizia completa ad un costo contenuto..

Da 750,00€
Ultra by Astralpool robot professionale

Ultra by Astralpool robot professionale

Ideato per piscine olimpioniche o professionali..

Da 1.600,00€
Ultramax Gyro Robot Astralpool

Ultramax Gyro Robot Astralpool

Ideato per piscine olimpioniche da competizione..

10.644,60€
Serie Wave

Serie Wave

La serie perfetta per una pulizia professionale..

Invece di 1.506,78€
Da 950,00€
Serie Swash

Serie Swash

Economici ma in grado di pulire efficacemente la vostra piscina..

Da 770,00€
Serie Sprite

Serie Sprite

Una linea economica ma dalle alte prestazioni...

Da 950,00€
Vis. da 1 a 18 di 18 (1 Pagine)

Le tipologie dei robot per piscina e le loro varianti

Come distinguere tra loro i vari robot per piscina in commercio? Quali sono le caratteristiche da considerare? Qual è il prezzo robot piscina medio che si può trovare? Non sono poche le domande che riguardano questa particolare categoria di prodotti. Partiamo allora dall’inizio. Tutti i pulitori hanno un concetto di base molto semplice: aspirare tutti i tipi di sporco e mantenere l’acqua pulita. A cambiare, quindi, sono le dimensioni della vasca da pulire e le facilities che ha o meno un modello, intese come vantaggi, optional e comodità. La prima grande divisione che possiamo fare è tra robot idraulici e robot elettrici e qui il prezzo robot piscina varia di non poco. I primi rappresentano la categoria a basso costo più accessibile e sfruttano la pompa e il sistema di filtraggio già esistenti della piscina. I pulitori elettrici, invece, sono dei piccoli apparecchi tuttofare che offrono tanti vantaggi seppur a un costo leggermente più alto.

Tutte le caratteristiche dei pulitori 

A giustificare il prezzo robot piscina elettrico ci sono numerosi vantaggi e pregi. Consumano poca energia visto il loro basso voltaggio e sono completamente automatici e indipendenti rispetto all’impianto della vasca. In commercio ce ne sono di molti tipi in base alle dimensioni della piscina da pulire: dalle linee professionali a quelle commerciali, passando per quelle economiche e residenziali. Ogni modello di pulitore, infatti, ha una lunghezza massima di utilizzo in vasca. Ogni robot è dotato di un software intelligente che scansiona la superficie della piscina e con dei cicli di pulizia variabili, riesce a garantire prestazioni ottimali in un tempo ridotto. Troverete tanti nomi diversi e marche illustri – come Dolphin e Astralpool – ma tutti i robot piscina si distinguono per la pulizia del solo fondo, del fondo con passaggi in parete oppure del fondo, delle pareti e della linea battente dell’acqua. Altra caratteristica? La tipologia delle spazzole, che possono essere quelle Pvc o quelle Kanebo (tipo spugnose), oppure combinate (Pvc + Kanebo) e ciascuna di esse si adatta ai diversi rivestimenti di una piscina. Se il rullo delle spazzole è unico, significa che il robot è a trazione singola, mentre se i rulli sono separati in due blocchi avremo la trazione doppia (più agilità per il robot). Una menzione particolare, poi, al sistema di filtraggio che può essere a sacco o a cartuccia. Il primo è formato da un sacco di tessuto (a maglia più o meno fina in base all’unità di misura dei micron) che trattiene tutto lo sporco; il secondo a cartuccia invece è la versione più moderna di filtrazione (di solito con estrazione dalla parte alta della macchina), molto comodi da pulire sotto un normale getto d’acqua.

Come scegliere il robot per piscina più adatto alle tue esigenze?

  • Considera le dimensioni (in lunghezza) della tua piscina, ogni pulitore ha una copertura di pulizia prestabilita.
  • Quali sono le tue esigenze di pulizia? Vuoi pulire solo il fondo? Il fondo e le pareti? Entrambi, ma anche la linea galleggiante dell’acqua? Valuta inoltre quanto volte hai bisogno di effettuare una pulizia della piscina e quindi se è usata spesso o meno, se è aperta tutto l’anno e così via.
  • Se desideri qualche comodità particolare, ti ricordiamo che ci sono robot per piscina dotati di radiocomando e app per il controllo e la gestione da remoto.
  • Per scegliere il tipo di spazzole devi conoscere il materiale di rivestimento della tua piscina. Le spazzole in Pvc sono perfette per i rivestimenti in telo Pvc, le Kanebo invece sono ideali dove ci sono cemento, piastrelle o mosaici. Se hai un rivestimento irregolare ti consigliamo di scegliere le spazzole combinate che aumentano il grip e l’aderenza della macchina.
  • Pensa ad un budget di spesa, così potrai orientarti tra le varie proposte del mercato: una prima scrematura è assicurata.

La manutenzione ordinaria ed extra di un pulitore

Una piccola premessa è necessaria: come per tutte le apparecchiature, più se ne ha cura e più queste durano a lungo. Lo stesso vale proprio per i robot pulitori per la piscina. Ogni volta che lo si utilizza, allora, è bene avere l’accortezza di rispettare alcuni semplici passaggi di manutenzione ordinaria e standard. Ad esempio: inserire ed estrarre il pulitore dalla piscina solo usando il manico di trasporto, dopo ogni utilizzo controllare che la girante/ventola non sia ostruita da capelli, sporco e altri detriti e lo stesso fare con i filtri, non attorcigliare i cavi e soprattutto riporre tutta la macchina in un luogo sicuro e protetto quando non in uso. Altro capitolo a parte, invece, per la manutenzione “ straordinaria” di cui i pulitori hanno bisogno dopo circa un anno di vita, quando sarà necessario sostituire i filtri, le spazzole, i cingoli e tutti quei componenti soggetti ad usura del lavoro costante in acqua. Potrebbe capitare anche la circostanza imprevista in cui qualche parte del pulitore – elettrica o meccanica – si rompa o si danneggi. In tal caso chiamate un centro assistenza ufficiale autorizzato ad effettuare la riparazione e non affidatevi al fai-da-te se non siete pratici.

Hai bisogno di assistenza per il tuo robot piscina?

Se ti sembra che il tuo pulitore abbia bisogno di una sistemata oppure non funziona più bene, ti ricordiamo che puoi contattarci e richiedere l’assistenza del nostro centro assistenza ufficiale. Ti spiegheremo passo dopo passo, tutta la procedura o ti saranno forniti molti consigli utili per la gestione e manutenzione del tuo pulitore. Il consiglio? Conserva e tieni sempre a portata di mano il numero di serie del pulitore e il nome del modello: riusciremo a indicarti più facilmente la soluzione giusta per te. 

Ecco le domande più diffuse

D. Cos'è e come funziona un robot per piscina?

R. Un robot per piscina è una macchina ideata per pulire autonomamente lo sporco presente in piscina aspirandolo dal fondo. Funziona mediante corrente elettrica che attiva il o i motori presenti nella macchina, permettendo al robottino di spostarsi e avviare la pompa interna. Lo sporco aspirato viene depositato in appositi sacchetti in tessuto o a cartuccia. Dotati di sistemi intelligenti per garantire una pulizia perfetta sia del fondo che della parete. Se vuoi sapere ancora di più contattaci!

D. Quanto consuma un robot per piscina?

R. Un robot per piscina ha uno consumo indicativo/medio da 150 a 250 W/h.

D. Quali sono le condizioni ideali di funzionamento?

R. Il livello di cloro in piscina deve essere massimo 1.5 ppm; Il livello di pH deve essere compreso da 7.2 a 7.5; La temperatura deve essere compresa da 6 a 34°C;

D. Il robot può essere lasciato in piscina dopo il completamento del ciclo di pulizia?

R. Sconsigliamo di lasciare il robot in piscina perché a lungo andare provocherebbe scolorimento delle plastiche e danneggiamento delle parti interne. Consigliamo di alloggiarlo, a fine ciclo di pulizia, nel suo carrello / Caddy.

D. Quali sono le differenze tra cartuccia a maglia fine e plissettate?

R. Esisto due tipologie di cartuccia in mercato: la cartuccia a maglia fine e la cartuccia plissettata. La cartuccia a maglia fine è composta da una retina in plastica con un diametro dei fori da 100 a 170µ (micoron) garantendo una livello medio alto di pulizia. La cartuccia plissettata, simile ad un filtro per macchina o aspirapolvere, ha una dimensione di 50µ garantendo una pulizia maggiore data dal minore dimensione dei "fori". Consigliamo, per i primi cicli di pulizia, la maglia fine/media poi cambiarla con la plissettata.

D. Il mio nuovo robot ha le spazzole Kanebo secche e raggrinzite!

R. Nel caso il robot sia nuovo, non c'è nessun problema nelle spazzole. Per rimediare basta immergere il robot in acqua e con le mani massaggiare le spugne. Aspettare che le spugne siano inzuppate d'acqua assicurandosi che abbiano preso la forma cilindrica. Dopo questo passaggio possiamo attivare il robot.

D. Kanebo, PVC e Combinate. Quali spazzole scegliere?

R. Le spazzole sono suddivise in tre gruppi distinti che si differenziano dalla tipologia di rivestimento della vostra piscina:

  • Spazzole in PVC - Spazzole indicate per il rivestimento in telo PVC
  • Spazzole in Kanebo - Spazzole indicate per rivestimenti in cemento piastrelle o mosaico
  • Spazzole combinate PVC-KANEBO - Spazzole indicate le piscine molto irregolari aumenta il grip del pulitore è l'unione delle due spazzole sopra elencate. 

D. Il robot perché lascia dei "binari" sul fondo?

R. Purtroppo, in caso di "binari" sul fondo, è sinonimo di presenza di alghe in vasca. Il robot non può eliminarle poiché non è stato progettato per questo. La soluzione è un trattamento al cloro d'urto che eliminerà le alghe in vasca. Dopo aver effettuato il processo di iperclorazione, spazzolare il fondo.

D. Quali sono i passaggi per una corretto utilizzo del pulitore?

R. Le fasi per un corretto utilizzo sono:

  • Controllare che i filtri sacchetto o cartuccia siano presenti nel robot;
  • Inserire il robot in acqua, senza gettarlo, aspettando che tocchi il fondo;
  • Immettere solo il cavo necessario per la raggiunta di tutti i punti nella vasca;
  • Attivare il pulitore premendo il pulsante sull'alimentatore;
  • Aspettare il completamento del ciclo di pulizia;
  • A fine ciclo aiutarsi col cavo per portarlo fino a noi;
  • Estrarre il robot dalla maniglia NON UTILIZZARE IL CAVO PER ESTRARLO DALL'ACQUA!;
  • Attendere che tutta l'acqua all'interno della macchina esca;
  • In presenza di Spugne Kanebo, strizzarle con le mani;
  • Svuotare i filtri e ripulirli con un getto d'acqua;

D. Nel periodo invernale come devo procedere per conservarlo correttamente?

R. Ecco alcuni consigli dalla casa madre Dolphin:

  • Staccare dalla corrente elettrica il pulitore / robot;
  • Assicurarsi che non vi sia più acqua all’interno del pulitore / robot;
  • Pulire accuratamente il sacchetto o le cartucce filtranti e rimetterle a posto;
  • Arrotolare il cavo in modo che non sia attorcigliato e metterlo nel stand;
  • Stoccare il pulitore di piscine, dritto sul stand, o semplicemente a testa in giù sul pavimento, in una zona protetta. Lontano dalla luce solare diretta/pioggia/neve, a una temperatura da 5°C a 45°C / 41° a 113°F;
  • Se volete metterlo via con ordine consigliamo la cover originale Dolphin

I consigli della Dolphin

  • Collegare il cavo all’alimentatore elettrico, assicurando che l’alimentatore sia posto a distanza di almeno 3 m dal bordo della piscina. Durante l’uso, l’alimentatore deve essere collocato all’ombra. Attenzione – Non usare una prolunga in alcun caso;
  • Se Dolphin è dotato di spazzole combo o kanebo, premere cautamente le spazzole finché sono impregnate d’acqua;
  • Liberare la minima lunghezza di cavo necessaria per assicurare la copertura di ogni punto della piscina. Lasciare il cavo in eccesso arrotolato al di fuori della piscina;
  • Dopo ogni ciclo di pulizia estrarre Dolphin dall'acqua per evitare l’usura accelerata delle sue parti plastiche;
  • Dopo ogni ciclo di pulizia, lavare il sacchetto filtro o la cartuccia. Un sacchetto filtro intasato riduce l’efficienza di scansione e di pulizia Lavare il sacchetto filtro in lavatrice, una volta ogni due mesi, usando un ciclo sintetico regolare;
  • Se Dolphin è dotato di spazzole kanebo, sciacquarle in acqua corrente;
  • Estrarre il cavo dall’alimentatore settimanalmente, stirare le parti aggrovigliate dello stesso, stenderlo all’esterno e lasciarlo al sole per alcune ore;
  • Depositare il robot di pulizia della piscina all’ombra sul suo carrello Caddy, e se non sul carrello, posarlo a testa in giù;

Problemi e soluzioni

ProblemaSoluzione
Il pulitore non si muove
  1. Assicurarsi che il trasformatore sia inserito e acceso e che il cavo sia ben inserito fino in fondo di lato del trasformatore
  2. Assicurarsi che la presa elettrica funzioni e che non abbia fatto scattare l’interruttore nel portafusibili
  3. Spegnere il trasformatore. Aspettare 30 secondi, quindi riaccenderlo
  4. Staccare il trasformatore. Aprite la girante e assicurarsi che non vi sia nulla incastrato
Il pulitore si muove ma
non pulisce
  1. Pulire il filtro / cartucce filtranti
  2. Quando il pulitore comincia a muoversi, tenerlo sotto osservazione per qualche minuto e accertarsi che continua a muoversi. Se si ferma controllare la girante e il sistema di azionamento per vedere se vi siano incastrati dei detriti
Il pulitore pulisce solo una
parte della piscina
  1. Accertarsi che vi sia tanto cavo da permettere al pulitore di raggiungere l’intera piscina
  2. Pulire il filtro / cartucce filtranti
  3. Controllare se le spazzole sono bloccate o consumate
Il pulitore galleggia
invece di restare sul fondo
della piscina
  1. Provare a rimuovere di nuovo l’aria dal pulitore
  2. Con il pulitore immerso nell’acqua strizzare la spazzola mista/spazzola “Wonder Brush” per assicurarsi che siano completamente assorbenti
Il cavo è attorcigliatoPer eliminare l’attorcigliamento, stendere il cavo e lasciarlo al sole per almeno
una giornata
Il pulitore non si
arrampica sulle pareti
  1. Pulire il filtro / cartucce filtranti
  2. Controllare il livello delle sostanze chimiche nell’acqua. Livelli sbilanciati permettono la crescita di alghe rendendo le pareti scivolose. In questo caso, correggere i livelli e pulire a fondo le pareti
  3. Accertarsi che le spazzole non siano consumate

Le domande dei nostri clienti

Scrivi una domanda
Accedere o registrarsi per scrivere

Torna su

Informativa ai navigatori in ottemperanza delle Leggi e Direttive n. 95/46/CE, 2002/58/CE e 2009/136/CE. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per funzionalità tecniche indispensabili, fini statistici, utilizzo dei socials e per profilare la tua navigazione al fine di inviati suggerimenti per l'acquisto in linea con le preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta e Continua

Cookies tecnici

I cookies di questo tipo sono "cookies first party" e necessari per il corretto funzionamento del sito e di conseguenza non possono essere disattivati per poter continuare la navigazione su questo sito. Comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione. In assenza di tali cookies, il sito non può funzionare correttamente. Questo sito utilizza questi cookies esclusivamente per l'autenticazione dell'utente, caricamento dei prodotti nel carrello e memorizzazione delle scelte di pagamento e spedizione. Sono assolutamente ANONIMI e non vengono memorizzate informazioni sensibili. Informativa completa


Cookies dei socials

Facebook, Twitter e altri social networks hanno bisogno di sapere chi sei per funzionare correttamente.


Analytics

Misuriamo in modo anonimo il tuo utilizzo di questo sito per migliorare la tua esperienza.


Advertising e remarketing

Utilizziamo cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere migliore la tua esperienza di navigazione sul sito e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione. Le informazioni registrate sono totalmente anonime.


- Salva e chiudi la finestra
Impostazioni Privacy