Come fare l’orto in giardino: i nostri consigli!

Come fare un orto in giardino. Idee e piccoli suggerimenti

Quante volte avete pensato di trasformare il vostro spazio all’aperto in un meraviglioso orticello? A tutti piace l’idea di preparare pietanze con materie prime fresche e genuine, raccolte direttamente nel giardino di casa e coltivate in maniera del tutto naturale. Molto spesso, questo desiderio viene “represso” perché si pensa sia complicato, laborioso e dispendioso, ma in questo breve articolo vi spiegheremo come fare un orto in giardino in maniera semplice ed anche piacevole!

Orto in giardino come fare?

Passiamo ora all’atto pratico: come fare l’orto in giardino? Quali passaggi bisogna seguire? Beh, innanzitutto c’è da dire che l’orto – per quanto sia piacevole e rappresenti un vero alleato per la nostra salute alimentare – richiede cura e soprattutto dedizione. Inoltre, bisogna armarsi di tanta pazienza poiché gli ortaggi hanno bisogno di tempo per crescere in maniera genuina e senza l’ausilio di prodotti chimici. Per avere infatti le classiche materie prime di stagione, bisogna tener conto di periodi temporali anche piuttosto lunghi. Non abbiate fretta e vedrete che la bontà e freschezza dei prodotti che raccoglierete ripagheranno appieno la lunga attesa.

Fatta questa premessa, possiamo adesso individuare quali sono i passaggi fondamentali che ti permettono di comprendere come organizzare l’orto in giardino in maniera semplice. Il primo fattore da considerare è la grandezza del giardino. Per garantire agli ortaggi una crescita “serena”, è necessario avere una dimensione di almeno 10 metri quadri. Tale metratura consentirà di avere uno spazio d’azione abbastanza ampio per la maggior parte di verdure coltivabili, indipendentemente dalle vostre preferenze. Secondo elemento importante è la collocazione del terreno. In buona sostanza, è bene che lo spazio di terra si trovi in una zona soleggiata, ben drenata e ricca di sostanze nutritive naturali. Sconsigliamo vivamente di realizzare orti in zone particolarmente fredde o torride durante tutto il periodo dell’anno: le piante hanno bisogno di luce, acqua e temperature miti.

Come fare un orto in giardino: la disposizione e protezione delle piante

Vediamo adesso più nel dettaglio come creare un orto in giardino. Il modo migliore per disporre le piante nell’orto è dividendole in file verticali, lasciando una buona quantità di spazio fra le file. In questa maniera, gli ortaggi avranno la possibilità di crescere prendendosi lo spazio necessario di cui hanno bisogno. In secondo luogo, è di fondamentale importanza proteggere ciò che state coltivando.

Molto spesso gli orti sono ostaggio di animali domestici e parassiti. Nel primo caso, se volete difendere le vostre primizie dal cane vivace e giocherellone che vi scorrazza in giardino, vi conviene circondarle con una recinzione. Sul mercato esistono diverse soluzioni di recinti e steccati in plastica, ferro e legno. Dai un’occhiata qui per trovare tante idee per realizzare staccionate ampie, belle e robuste, così come piccole e graziose aiuole “protettive”. Ecco come costruire un orto in giardino ben fatto e soprattutto protetto da ingerenze esterne.

Diverso è il caso di parassiti e insetti fastidiosi. Questi piccoli animaletti sono ghiotti di frutta e verdura e appena vedono crescere le prime piantine, le prendono subito di mira. Se volete evitare di ritrovare le vostre coltivazioni coperte di macchie e piccoli morsi, potete provare a rivestirle singolarmente con piccoli sacchetti di carta. In questa maniera, i parassiti non avranno la possibilità di raggiungere gli ortaggi e voi non dovrete ricorrere a pesticidi o altre sostanze nocive per gli animali. Naturalmente, ciò non esclude la possibilità di ritrovarvi comunque insetti o piccoli vermicelli all’interno, ma non preoccupatevi: anche questo è sintomo di freschezza e genuinità! Queste dunque le prime linee guide ed idee su come fare un piccolo orto in giardino. Ma passiamo adesso al passo successivo: capiamo insieme cosa e come coltivare l’orto in giardino.

Attenzione a bimbi vivaci ed ospiti maldestri

L’orto non deve in alcun modo essere calpestato. Le recinzioni infatti, oltre a proteggere da cani o altri animali domestici giocherelloni, devono servire anche da deterrente per bambini vivaci o ospiti distratti. Basta anche solo un piccolo calcio involontario per distruggere mesi di lavoro e di lenta maturazione sotto il sole.

Gli ortaggi hanno bisogno di crescere indisturbati e quando si entra nel loro habitat, per monitorare la coltivazione o fare manutenzione, bisogna avere la massima cura a non schiacciarli o raccoglierli senza le giuste accortezze.

Parole d’ordine: amore per le piante e massima delicatezza. In questi casi la prudenza non è mai troppa!

Orto in giardino cosa piantare?

Abbiamo già risposto alla domanda su come fare orto in giardino, precisando che non servono poi chissà quali grandi requisiti: basta tempo, dedizione e un terreno ampio quanto basta per far crescere gli ortaggi senza particolari problemi. Vediamo però adesso cosa piantare e soprattutto come coltivare un orto in giardino.

Prima di piantare bisogna tastare il terreno, è necessario che non sia né particolarmente argilloso né eccessivamente sabbioso. Per ottenere la giusta consistenza, ci si può aiutare tramite sostanze organiche che ne vanno a regolare in maniera naturale la struttura. Appena il terreno ci sembra pronto, si comincia con la scavatura, lo si concima e lo si innaffia abbondantemente (preferibilmente durante le ore del giorno non troppo calde o troppo fredde). Si spiana il terreno (più è pianeggiante meglio è) e si aspetta qualche giorno. Da questo momento cominciate con la semina degli ortaggi che preferite!

Una volta cresciute le vostre coltivazioni non vi resta che raccoglierle e gustarle! Se vi serve un’idea per conservare quanto raccolto, qui troverete meravigliose cassettiere da esterno e qui la possibilità di creare mini orticelli in piccole ed eleganti strutture di legno.

NB: Non tutta la frutta e verdura è coltivabile in qualsiasi contesto o condizione. Prima di scegliere i prodotti da coltivare e di effettuare la semina, vi consigliamo dunque di rivolgervi a persone esperte nel campo che potranno darvi le dritte giuste!