Cloro per Piscina

Il Cloro per Piscina è la base per una corretta pulizia in piscina poiché la mantiene pulita e sicura per i bagnanti il più a lungo possibile. Il cloro è una delle soluzioni più affidabili e diffuse per la disinfezione e purificazione dell’acqua della piscina fuori terra o interrata. Presente nella tavola periodica, questo elemento chimico è indispensabile per la nostra piscina.

Cloro in pastiglie

Cloro in pastiglie

Per mantenere il trattamento chimico dell'acqua..

A partire da:
14,16€
Cloro granulare per trattamento shock

Cloro granulare per trattamento shock

Ottimo per il trattamento shock dell'acqua..

A partire da:
11,21€
Pastiglie cloro multifunzione

Pastiglie cloro multifunzione

Sanitizzante, alghicida, flocculante e regolatore di pH..

A partire da:
47,20€
Abbattitore di cloro granulare da 10 Kg

Abbattitore di cloro granulare da 10 Kg

Abbassa il livello di cloro presente in piscina..

A soli:
60,46€
Vis. da 1 a 4 di 4 (1 Pagine)

Acquisto Cloro per Piscine

Questi prodotti possono essere usati per vari scopi e sono la soluzione per molti problemi in piscina. I valori di dosaggio si esprimono in mg o ppm. Da ricordare che il valore più importante da monitorare è il cloro libero (la cui concentrazione dev'essere necessariamente compresa tra 1 e 2 ppm). Per garantire un corretto livello di cloro in piscina bisogna monitorare ogni giorno i valori di cloro e agire con prodotti chimici specifici, riaggiustando il livello di cloro in vasca. Se la piscina è stata trascurata e l’acqua è diventata verde, l'unica soluzione è una clorazione d'urto. Facendo così, si debella la presenza di alghe, diventando un ottimo disinfettante per piscina. Questo prodotto può essere usato per vari scopi ed è la soluzione per molti problemi in piscina.

Il Cloro per Piscine può avere vari prezzi, questo dipende dal formato e dalla tipologia di raffinatura che ha il prodotto. Ne esistono tre in commercio: in polvere, pastiglie o liquido. Quest’ultimo non lo forniamo poiché perde molto rapidamente d’efficacia, quindi con i tempi di spedizione potrebbe arrivarvi molto “scarico” di principio attivo. Per le piscine di piccole dimensioni, consigliamo le pastiglie multiazione e il cloro in polvere per trattamento shock e mantenimento della piscina. Se si ha una piscina di grandi dimensioni o interrata, in questo caso sarà necessario misurare le dosi corrette con il nostro calcolatore o con le dosi indicate sulle etichette. Andiamo nello specifico e analizziamo i vari formati.

Cloro in polvere

Il cloro in polvere o dicloro contiene il 60% di cloro utile ed è conosciuto anche con i nomi di cloro rapido o cloro shock. Ciò è dovuto dal fatto che agisce in modo veloce disinfettando a fondo l’acqua della piscina ed eliminando gli elementi inquinanti causa di cattivi odori, acque torbide e proliferazione di alghe. L’utilizzo del cloro shock diventa indispensabile quando non viene effettuata una pulizia della piscina da molto tempo (ad esempio, dopo la chiusura invernale).

Pastiglie cloro piscine

Il cloro in pastiglie o tricloro contiene il 90% di cloro utile e si presenta in pastiglie granulari a lento scioglimento (circa una settimana): la durata prolungata garantisce quindi un corretto mantenimento dei valori di cloro dopo il trattamento d’urto con il cloro shock. Le pastiglie di cloro per piscine sono un componente indispensabile per garantire le corrette condizioni igieniche della piscina.

Cloro multiazione

Le pastiglie di cloro multi-azione sono molto simili a quelle di cloro standard, ma in aggiunta alla funzione di clorazione hanno integrato alcuni principi in più: azione sanitizzante, alghicida, flocculante e regolatrice del pH. Queste pastiglie sono consigliate per tutti coloro che hanno una piscina fuori terra di piccole o grandi dimensioni. Sono facili da utilizzare e semplificano di molto la manutenzione chimica in piscina.

Il Cloro in Piscina si divide in due varianti

Quando andiamo ad inserire il cloro in piscina, questo prodotto chimico effettuerà il processo di igienizzazione. Tale processo creerà la formazione di due sottoelementi molto importanti per la gestione del livello di cloro in piscina: cloro libero, cloro combinato.

  • Il cloro libero (compresa da 1 e 2 ppm) è il livello di cloro che non ha ancora effettuato la sua azione. E’ un elemento importante per la manutenzione dell’acqua della tua piscina poiché è questo prodotto che effettua la vera e propria igienizzazione. Per riuscire a dare il massimo dal cloro libero è importante mantenere i valori di pH (tra 7,2 e 7,6). È necessario quindi effettuare un trattamento del pH, tramite il test del pH prima (con apposito pool tester elettronico o manuale) e la correzione dopo (tramite prodotti chimici correttori di pH che aumentano o abbassano i valori). Una volta regolato il pH, si può procedere con il trattamento igienizzante a base di cloro.
  • Il cloro combinato è il cloro che ha già effettuato la sua azione e rimane nell’acqua, se troppo alto può aumentare i consumi di cloro, poiché “illude” il cloro libero e effettua il processo di sanitizzazione direttamente sul cloro combinato e non sullo sporco in piscina. Il valore non deve mai superare i 0.3 ppm. Se il livello è maggiore, sarà necessario sostituire l’acqua fino a quando il livello non si abbassa

Dosaggio Cloro Piscine: quanto cloro per metro cubo?

Quando si inserisce il cloro in piscina, non bisogna mai andare a bicchieri o indicativamente ma bisogna usare le dosi indicate sull’etichetta del prodotto. Sulle etichette sono indicate le dosi per 100 metri cubi. Per misurare la dose necessaria per la propria piscina, bisogna sapere il volume d’acqua in metri cubi. Inserire troppo cloro in piscina può essere dannoso per i bagnanti e danneggiare il liner o i gli accessori in plastica. Per misurare il livello di cloro presente o controllare il livello inserito, sarà necessario acquistare un test kit

Ecco alcune dritte sulle procedure da seguire per il dosaggio Cloro Piscine.

  • Innanzitutto, accertiamoci della quantità d’acqua presente in piscina. Se l’acqua ha già effettuato una clorazione, misuriamo il livello di cloro in piscina e verifichiamo se è necessario aggiungere altro cloro. Utilizziamo un test kit per verificare i livelli. Se l’acqua è vergine saltiamo questo passaggio.
  • Aggiungere il cloro granulare direttamente in piscina e le eventuali pastiglie nello skimmer o nella boa galleggiante. Assolutamente sconsigliato scogliere il cloro in un recipiente. Questo può provocare delle reazioni chimiche incontrollate. 
  • Dopo 24h ricontrolliamo il livello di Cloro in Piscina.

Cloro shock: quando e come eseguire questo trattamento?

Il trattamento aggressivo, chiamato clorazione d’urto o cloro shock, può essere considerato come un reset dell’acqua in piscina. Questo dosaggio cloro piscina ad alta concentrazione serve ad eliminare qualsiasi forma organica in acqua! Attenzione però a non abusarne poiché aumenta anche il cloro combinato in piscina. Per utilizzare il cloro shock basta inserire in piscina la quantità di cloro granulare indicata sulla confezione per ogni metro cubo d’acqua. È necessario aspettare 24h, controllare con un testi kit e combinare eventualmente il livello di cloro e pH. Solo successivamente sarà possibile fare il bagno in piscina. Ripeti l’operazione se in piscina: l'acqua diventa verde, hai cambiato acqua, hai aggiunto acqua, le pareti sono viscide. Questi che vi abbiamo elencato sono dunque i passaggi fondamentali per effettuare un corretto dosaggio cloro per piscine fuori terra.

Conservazione del Cloro

Il cloro va immagazzinato in un luogo asciutto e protetto dal sole. Ogni qualvolta utilizziamo il prodotto, prima di conservarlo dobbiamo sigillare con cura il coperchio. Accertarsi che sia chiuso correttamente: questo è importante per evitare che il prodotto perda d’efficacia.

Qualsiasi prodotto chimico, anche di poco conto, non va MAI travasato in una tanica o barattolo dove c’era un altro prodotto chimico, anche se finito! Se la tanica è quasi vuota non si travasa mai, ma si lascia lì fino a quando non finisce per poi gettarla nell’apposito sacco dei rifiuti. Questo è importantissimo poiché se nella tanica vuota è presente anche una minima parte del prodotto originale potremmo scatenare delle reazioni chimiche anche molto pericolose. Potrebbe generare: gas nocivi, combustione o nei casi peggiori esplosione. 

Quando si maneggiano prodotti chimici, bisogna sempre avere la consapevolezza che possono essere infiammabili, corrosivi e richiedono dunque massima attenzione. Basta solo impiegarli nel modo corretto e seguendo tutte le istruzioni del caso. Vi accorgerete di come diventeranno i vostri migliori alleati per mantenere in buone condizioni l’acqua della vostra piscina!




Le domande dei nostri clienti

Scrivi una domanda
Accedere o registrarsi per scrivere

Torna su

Impostazioni Privacy